Menu

Cerca

NUOVA SABATINI Edizione 2019

Finalità

Sostegno agli investimenti per l’acquisto, anche mediante operazioni di leasing, di macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature nuove ad uso produttivo e per investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

Beneficiari

PMI, regolarmente iscritte al Registro delle imprese e con sede operativa sul territorio nazionale, operanti in tutti i settori.

Spese ammissibili

SPESE AMMISSIBILI Sono ammissibili gli investimenti ad uso produttivo di nuova fabbricazione che presentano un’autonomia funzionale, da avviare successivamente alla richiesta di contributo e relativi a:

  • macchinari;
  • impianti;
  • beni strumentali;
  • attrezzature;
  • hardware, software e tecnologie digitali (ICT).

I beni agevolabili devono essere classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3, B.II.4 dell’art. 2424 c.c. Il software agevolabile è solo quello riconducibile al Piano Nazionale Industria 4.0.

Agevolazione

A fronte della concessione di finanziamenti o leasing da parte di banche o intermediari (società di leasing e Confidi 106) convenzionati, è riconosciuto un contributo in conto impianti calcolato convenzionalmente come un abbattimento degli interessi pari al 2,75% su un finanziamento della durata di 5 anni ad esdebitazione semestrale, a copertura del 100% del programma d’investimenti, avente le seguenti caratteristiche:

  • importo non inferiore a 20.000 € e non superiore a 4 milioni € per ciascuna impresa
  • provvista propria o su plafond Cassa Depositi e Prestiti (CDP)
  • durata fino a 5 anni
  • accesso prioritario alla garanzia del Fondo Centrale di Garanzia

Il contributo concesso sarà maggiorato del 30% (abbattimento pari a 3,575%) in caso di acquisto di macchinari, impianti e attrezzature (compresi i sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti) di nuova fabbricazione aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie riconducibili al Piano Nazionale Impresa 4.0. L’erogazione avviene in quote annuali. Unica soluzione per finanziamenti fino a 100.000€

Esempio

  • Investimento: 1.000.000 euro
  • Finanziamento: 1.000.000 euro
  • Contributo: 77.173 euro
  • Contributo maggiorato del 30%: 100.923 euro

Operatività

Sportello presentazioni riaperto dal 7 febbraio 2019 fino ad esaurimento delle risorse

Cumulabilità

Consentita con tutti gli altri strumenti agevolativi nel rispetto dei massimali comunitari:

  • Micro e Piccole Imprese: 20% Esl
  • Medie imprese: 10% Esl
BANDO INAIL - ISI 2018

Finalità

Sostegno agli investimenti per l’acquisto, anche mediante operazioni di leasing, di macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature nuove ad uso produttivo e per investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

Beneficiari

PMI, regolarmente iscritte al Registro delle imprese e con sede operativa sul territorio nazionale, operanti in tutti i settori.

Spese ammissibili

SPESE AMMISSIBILI Sono ammissibili gli investimenti ad uso produttivo di nuova fabbricazione che presentano un’autonomia funzionale, da avviare successivamente alla richiesta di contributo e relativi a:

  • macchinari;
  • impianti;
  • beni strumentali;
  • attrezzature;
  • hardware, software e tecnologie digitali (ICT).

I beni agevolabili devono essere classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3, B.II.4 dell’art. 2424 c.c. Il software agevolabile è solo quello riconducibile al Piano Nazionale Industria 4.0.

Agevolazione

A fronte della concessione di finanziamenti o leasing da parte di banche o intermediari (società di leasing e Confidi 106) convenzionati, è riconosciuto un contributo in conto impianti calcolato convenzionalmente come un abbattimento degli interessi pari al 2,75% su un finanziamento della durata di 5 anni ad esdebitazione semestrale, a copertura del 100% del programma d’investimenti, avente le seguenti caratteristiche:

  • importo non inferiore a 20.000 € e non superiore a 4 milioni € per ciascuna impresa
  • provvista propria o su plafond Cassa Depositi e Prestiti (CDP)
  • durata fino a 5 anni
  • accesso prioritario alla garanzia del Fondo Centrale di Garanzia

Il contributo concesso sarà maggiorato del 30% (abbattimento pari a 3,575%) in caso di acquisto di macchinari, impianti e attrezzature (compresi i sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti) di nuova fabbricazione aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie riconducibili al Piano Nazionale Impresa 4.0. L’erogazione avviene in quote annuali. Unica soluzione per finanziamenti fino a 100.000€

Esempio

  • Investimento: 1.000.000 euro
  • Finanziamento: 1.000.000 euro
  • Contributo: 77.173 euro
  • Contributo maggiorato del 30%: 100.923 euro

Operatività

Sportello presentazioni riaperto dal 7 febbraio 2019 fino ad esaurimento delle risorse

Cumulabilità

Consentita con tutti gli altri strumenti agevolativi nel rispetto dei massimali comunitari:

  • Micro e Piccole Imprese: 20% Esl
  • Medie imprese: 10% Esl
Voucher consulenze specialistiche

Finalità

Sostegno ai processi di trasformazione tecnologica e digitale e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa

Beneficiari

PMI e Reti d’impresa ammissibili al regolamento de minimis (Reg. UE 1407/2013)

Spese ammissibili

Acquisto di prestazioni consulenziali di natura specialistica finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell'impresa, compreso l'accesso ai mercati finanziari e dei capitali. Sono ammissibili solo le spese consulenziali inerenti a contratti stipulati dopo la presentazione della domanda.

Agevolazione

Riconoscimento, nei periodi d’imposta 2019 e 2020, di un contributo a fondo perduto (voucher) nella seguente misura:

  • Micro e Piccole imprese: 50% dei costi di consulenza ammessi fino ad un massimo di 40.000 euro
  • Medie imprese: 30% dei costi di consulenza ammessi fino ad un massimo di 25.000 euro
  • Reti di impresa: 50% dei costi di consulenza ammessi fino ad un massimo di 80.000 euro

Operatività

L’iter di presentazione prevede:

  • compilazione della domanda a partire dal 7 novembre 2019 e fino al 26 novembre 2019
  • invio della domanda di accesso alle agevolazioni a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019

Regime e Cumulabilità

Regolamento de minimis (Reg. UE 1407/2013). Contributo non cumulabile con altre misure di aiuto in esenzione da notifica.

Contenuti Correlati
Nuova Sabatini
Isi Inail 2018
Voucher consulenze specialistiche